Jobs Act, Camusso: «La battaglia va continuata, ora siamo in campagna elettorale»


La Cgil pronta a ricorrere alla Corte Europea dopo la bocciatura della Consulta relativa al referendum sull'articolo 18 proposto dal sindacato. "Continueremo la nostra battaglia" fa sapere la leader Susanna Camusso che puntava ad abrogare le modifiche apportate dal Jobs Act allo Statuto dei lavoratori e a reintrodurre i limiti per i licenziamenti senza giusta causa. Via libera invece agli altri due referendum sotto esame, sui voucher e sulla responsabilità negli appalti. E proprio sui voucher Camusso annuncia: "Da oggi comincia la nostra campagna elettorale".

Condividi questo articolo

Accedi ai servizi del Messaggero